Storia della Villa

Dal XV fino al XIX secolo tra i ricchi commercianti lucchesi era invalsa la moda di investire il frutto dei loro affari in poderi e immobili in campagna, nei quali venivano edificate sontuose residenze estive. Qui potevano rifugiarsi nella calma della vita all’aria aperta, lontani dalla frenesia cittadina, e al contempo dedicarsi ai piaceri della conduzione agraria.
Uno di questi commercianti fu Girolamo Arnolfini (1490-1567), che a metà del XVI secolo acquistò diversi appezzamenti nella campagna lucchese. Qui fece costruire, fra l’altro, quella che venne poi conosciuta come “Villa Arnolfini”.
Dopo gli Arnolfini, la villa passò in mano ai Sirti, che le diedero lo stemma attuale, e successivamente ai Contz.
La villa acquistò notevole importanza nel 1812, quando Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone Bonaparte e sovrana di Lucca e di tutta la Toscana, la scelse come parte della prestigiosa residenza reale.
La villa deve il suo nome attuale alle riprese del “film di Luchino Visconti “L’innocente” (1976). Nella villa furono infatti girate diverse scene che ritraggono gli aristocratici romani protagonisti della pellicola nella loro residenza estiva chiamata, appunto, “La Badiola”.